Home > Carte di briscola

Carte di briscola

Carte di briscola

Se non ci sono giocatori che vanno in bestia si inizierà con il giro obbligatorio, se concordato ad inizio gioco. Ovviamente, se si prendono 4 nuove carte se ne dovrà scartare una prima del gioco della carta. Questo non varia l'ordine in cui vengono serviti i giocatori. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Questa voce o sezione sugli argomenti giochi da tavolo e giochi d'azzardo non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.

Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento. Ha visto la sua prima edizione nel e l'ultima nel Qui si fa riferimento alla prima edizione. Il gioco della Briscola è diffuso oggi in tutta Italia, e prevede diverse varianti regionali.

Alcune varianti stravolgono talmente il regolamento base, che possono essere considerate dei giochi a sé stanti. Si gioca con un mazzo di 40 carte italiane tradizionali. I giocatori possono selezionare il tipo di carte napoletane, piacentine, …. Il mazziere è il giocatore da cui parte la distribuzione delle carte. Quando il gioco ha inizio, il mazziere viene stabilito casualmente dal sistema.

Ad ogni fine smazzata, anche nel caso di gioco composto da più partite tra stessi giocatori, il mazziere gira in senso antiorario e cioè il prossimo mazziere sarà quello seduto alla destra del mazziere precedente. Il sistema mescola le carte e ne da 3 ad ogni giocatore, in senso antiorario, partendo dal giocatore alla destra del mazziere. Perchè il 3 tre è stato elevato di rango subito dopo l'asso? Passi per l'Asso che in molti giochi di carte e solitari è la carta di valore più elevato, ma perchè il 3 e non il 7?

In questo modo il Sette diventa la seconda carta più alta, e il Tre diventa uno scartino. Riportiamo le regole tratte da Wikipedia: Si gioca con un mazzo di 40 carte diviso in 4 semi di 10 carte ciascuno. I punti disponibili per ciascuna partita sono in totale , vince chi ne realizza almeno 61; se i punti sono 60 il gioco è pari. Terminate la disposizione dei giocatori, designazione del mazziere e distribuzione delle carte, secondo gli usi locali, il gioco classico segue delle regole di base abbastanza semplici: Ad aggiudicarsi la mano sarà o il primo giocatore che determina il seme di mano calando la carta detta carta dominate , o un altro giocatore che scarta una carta del seme di mano con valore maggiore oppure giocando una qualsiasi carta del seme di briscola, anche con valore di presa inferiore rispetto alla carta dominante.

Vince chi cala la carta di briscola dal valore di presa maggiore o da chi cala una carta del seme di mano con presa maggiore. Se nessuno riesce a rispondere alla prima carta dominante del primo giocatore sarà costui ad aggiudicarsi la mano. In questa eccezione vince colui che ha giocato la briscola maggiore. Briscola è un popolare gioco di carte. Le origini della briscola sono controverse, alcuni sostengono che il gioco abbia origini olandesi, tuttavia etimologicamente il termine deriva dal francese brisque , che si riferisce ai galloni dei soldati francesi ed è quindi ritenuto più plausibile che le sue origini siano francesi.

Briscola si gioca con un mazzo di 40 carte con i valori A, 2, 3, 4, 5, 6, 7, fante, cavallo, re, di semi italiani o francesi. Vi sono varianti che possono essere modifiche regionali , che generalmente non influenzano le regole principali, o modifiche più strutturali e ufficiali come ad esempio la cosiddetta Briscola Chiamata o Briscolone che modificano il gioco, tanto da costituire dei veri e propri giochi quasi a sé stanti. Si gioca tradizionalmente con un mazzo di 40 carte regionali. I punti disponibili per ogni gioco sono in totale , vince chi ne realizza almeno 61; se i punti sono 60 per entrambi i giocatori o coppie la partita è pareggiata.

I valori di presa sono nell'ordine decrescente: Asso, 3, Re, Cavallo, Donna o Fante, 7, 6, 5, 4 e 2. In alcune zone della Toscana , la donna e il cavallo chiamato gobbo si invertono: In alcune zone d'Italia il 3 ed il 7 si invertono di posto: Disposti i giocatori, il mazziere mischia le carte senza guardare il mazzo, distribuisce 3 carte ciascuno facendo 3 giri e lascia una carta sul tavolo coprendola per metà con il mazzo posto trasversalmente ad essa, in modo che rimanga visibile a tutti per l'intero gioco:

Regole della Briscola | Giochi STARS

La briscola è un popolare gioco di carte di origine italiana giocato con un mazzo di 40 carte, di quattro semi; solitamente giocato con 2 o 4 giocatori. La briscola è un gioco di carte molto diffuso su tutto il territorio Italiano. Essa possiede un elevato numero di varianti a seconda della regione in cui viene giocata. I punti si calcolano sommando il punteggio di ciascuna carta all'interno del mazzo delle carte prese, aggiugendo quelle del prorpio compagno nel caso di tavolo. Per giocare a Briscola si utilizza un mazzo di 40 carte diviso in 4 semi, ciascuno di 10 carte. Nel mazzo vi sono un totale di punti, pertanto vincerà il round. Caratteristiche del prodotto 40 Carte Regionali Piacentine per giocare a briscola, scopa e tresette. Dal Negro - Trevisane Italia Carte da Gioco Regionali. A ciò si aggiunga che alcuni testi che trattano di giochi di carte, pur non menzionando direttamente le origini ed il periodo storico di nascita della briscola, fanno. Briscola è un popolare gioco di carte. Le origini della briscola sono controverse, alcuni sostengono che il gioco abbia origini olandesi, tuttavia etimologicamente.

Toplists