Home > Strategy texas holdem heads up

Strategy texas holdem heads up

Strategy texas holdem heads up

Stile di gioco caratterizzato dal vedere molte mani. Agg Factor: La maggior parte degli avversari avrà un numero compreso fra 1,8 e 3,2 che è un'aggressività standard; mentre stiamo attenti se ci indica forza un giocatore con agg factor sotto all' 1,8 perchè il più delle volte avrà un punto forte;infine, al contrario, oppo con valori oltre il 3,2 saranno propensi al bluff e gli "hero call" potranno funzionare più spesso con loro. Went to Showdown: Hu Limp Fold: Un alta percentuale di Limp-Fold unita ad un altro VPIP indica che oppo è solito entrare in gioco con dei semplici call con mani marginali.

PokerStars School. Il gioco con stack grandi Immaginiamo che: Ora si verifica questo scenario: Esempio 1: Noi abbiamo allo small blind e rilanciamo a 6 BB, dopo che l'avversario con stack grande e lo short stack hanno limpato. Il deep stack chiama il raise e vediamo, almeno è quello che pensiamo normalmente, un flop fantastico: Con questa mano il nostro stile di gioco è e dovrebbe essere molto aggressivo: Contro mani come top pair, o pocket pair o progetti siamo altamente favoriti.

Senza pensarci troppo su optiamo per una continuation bet per quasi l'ammontare del piatto. Tuttavia il nostro avversario fa un forte rilancio pari a quattro volte la nostra bet. Cosa facciamo? Protection e pianificazione Un fattore importante, che diventa evidente dall'esempio sopra riportato, è la protection protezione. Deepstack-preflop-game Al deep stack il gioco al preflop naturalmente cambia a seconda degli aspetti appena descritti. Precedente Vai alla prossima lezione. Altri interessanti articoli. Range di apertura nelle fasi iniziali. Comprendere ed accettare le meccaniche del poker - Seconda parte. Nei primi livelli di qualsiasi torneo di poker, bisogna saper gestire i tavoli con più giocatori.

Il risultato dei suoi sforzi è un libro affascinante e coinvolgente pieno di consigli e utili suggerimenti di gioco: Questo testo, dedicato sia ai neofiti del poker sia ai professionisti, è suddiviso in sette parti ciascuna dedicata a un argomento specifico. Molto interessanti, nella seconda parte, le tre partite usate come esempio: Al suo interno vengono descritte minuziosamente decine di situazioni e di possibilità di gioco. Fra le tante sezioni, ci sono anche quella dedicata agli scontri contro i professionisti e alle partite giocate con evidenti differenze di capacità fra i due contendenti. Recensione a cura di Fabio Fracas per Jokonlinehttp: Vengono tracciate le caratteristiche dei quattro orientamenti di gioco più classici loose-aggressive, tight-aggressive, loose-passive, loose-aggressive , analizzandone i diversi punti deboli che possono essere sfruttati a proprio vantaggio.

Naturalmente i vari concetti sono tutti corredati di esempi che meglio chiariscono quanto spiegato. Ancora più avanti nel libro, Collin ci spiega in maniera approfondita un altro concetto chiave: Le ultime due parti, infine, affrontano concetti relativi al metagame , al controllo del tilt, alla lettura dei timing-tells e altri aspetti più marginali di questa particolare specialità. In conclusione, il libro è ben scritto e il materiale è ben organizzato. Recensione a cura di Assopoker http: Possiamo trovarci ad affrontare un heads up in qualsiasi momento, anche quando tutti i posti al tavolo sono occupati.

Tuttavia la maggior parte dei giocatori che si ritrovano in heads up non hanno padronanza in questa specialita Fondamentale in questi casi, è avere la capacità di regolare l'aggressività, visto che in un testa a testa la maggior parte delle mani prevede tantissimi rilanci. Avere la padronanza in un heads up no limit ha un valore inestimabile che aggiunge una componente loose-aggressive alle proprie caratteristiche. Come potete vedere, potremo sfruttare molto spesso delle situazioni favorevoli se siamo noi i conduttori della mano.

Quando ci troviamo in una situazione dove gli stack in gioco sono particolarmente deep esempio: Su questo flop, potremo fare molto spesso una Continuation-bet in quanto ci ritroviamo in una situazione abbastanza favorevole per il nostro range. La nostra mano è poco leggibile da un giocatore occasionale, il flop è abbastanza dry , grossa parte del suo range non è stata aiutata, e ci ritroviamo a poter second-barellare su moltissimi turn. Ovviamente, in base al tipo di avversario che abbiamo davanti, modificheremo il range di carte da second-barellare al turn anche in funzione di un plan alternativo per il river.

Nell'articolo di oggi analizzeremo alcuni aspetti basilari del floating e vedremo come utilizzarlo al meglio contro i nostri avversari. Per i più esperti sarà sicuramente noto di cosa stiamo parlando Le pot odds , come già sappiamo, sono il rapporto tra la nostra probabilità di vincita equity nella mano ed il pot. Calcolarle bene risulta dunque fondamentale per essere dei giocatori Di cosa si tratta? Fondamentalmente, con Gap Concept , si Separeremo le mani in molto forti, forti, marginali e tutte le altre. Le mani forti sono giocabili in un gran numero di situazioni. Se nessuno ha rilanciato prima di te, è quasi sempre corretto giocare. Se ti trovi di fronte a un rilancio, dovrai essere molto prudente.

Nella categoria delle mani forti rientrano coppie come , , , assi con un kicker alto come , , e qualsiasi combinazione di due carte dal 10 in su, come or. Le mani marginali sono quelle che, pur essendo molto più deboli rispetto a quelle elencate sopra, hanno il potenziale per diventare molto forti quando centrano il flop. Se ti trovi di fronte a un rilancio, devi procedere con molta prudenza, ma generalmente è corretto chiamare quando sei in posizione.

Se nessuno dei giocatori che ti precedono ha rilanciato, puoi decidere se entrare in gioco chiamando o rilanciando. Fra le mani marginali rientrano le piccole coppie da a che, perché tu possa continuare nella mano, devono centrare un tris sul flop. Di questa categoria fanno parte anche mani che possono darti una scala o un colore: Assi con un kicker basso dello stesso seme e suited connector come , etc.

Tutte le mani che non rientrano in nessuna delle categorie descritte sono generalmente troppo deboli per poter giocare.

Scuola - Sisal Poker Academy

Power Hold'Em Strategy. Windows matthew hilger texas holdem le descrizioni di ogni mano giocata dall'inizio del giorno uno all'heads-up del tavolo finale. Ci troviamo ad un tavolo Heads Up No Limit Hold'em, abbiamo in mano due Suited Sonnectors (SC), come ci comportiamo? Come spesso. Qualunque partita di Texas Hold'Em giochiate o qualunque struttura di torneo Dopo il successo di Sit'n'go Strategy, Collin Moshman torna con un altro libro di strategia L'heads up è una componente fondamentale di molte forme di poker, . Heads-up nel No Limit Hold'em: Strategie di Poker Pre-Flop Nel mio precedente articolo sull'Heads-Up ho parlato di come adattare il proprio gioco agli shortstackers. .. Strategia per il Texas Hold'em: Lacune Preflop. Come si può vedere bene in questo esempio di mano, attraverso il fatto che si gioca "deep stack"-NL-Hold'em, generalmente uno stile di gioco che. Il Limit holdem è leggermente differente se giocato testa a testa, la posizione ha un ruolo marginale ma comunque da non dimenticare. Quello. Il No Limit Hold'em è un gioco che ci pone di fronte a continue decisioni. La prima cosa che devi decidere è se partecipare o meno a una mano. In questo.

Toplists